Inviare foto compromettenti a terzi e’ stalking.

image

Immagine: disegno di Barbara Pirelli

Quando una relazione finisce alcuni uomini o donne mettono in atto nei confronti degli ex una serie di vendette. Questo è quello che è accaduto in questa vicenda, infatti, un uomo per vendicarsi della sua ex,che lo aveva visto lasciato,ha pensato di inviare al datore di lavoro della donna una lettera anonima contenente allusioni sulla moralità della donna inoltre aveva allegato alla lettera foto e dvd che ritraevano la donna durante un rapporto sessuale.
L’uomo ha cercato di difendersi sostenendo che mancasse la prova con riferimento al perdurante e grave stato di ansia e di paura ingenerato nella donna, inoltre, riteneva che durante il giudizio le proprie dichiarazioni fossero state alterate dalla formulazione suggestiva delle domande che ne avrebbero disordinato l’esposizione.
I giudici hanno invece ritenuto assolutamente credibili le dichiarazioni della donna peraltro rafforzate anche dalle dichiarazioni del datore di lavoro che aveva confermato di aver ricevuto la lettera anonima contenente le immagini compromettenti della donna,e che in seguito a ciò aveva anche licenziato la donna.
In definitiva la Cassazione ricorda che lo stato di ansia e di paura nella vittima va valutato prendendo in considerazione elementi sintomatici caratterizzanti il turbamento psicologico della vittima,inoltre, vanno valutati tutti i comportamenti della vittima dopo l’evento disturbante.
Corte di Cassazione sentenza n. 12208 del 2016

Senza categoria

Informazioni su bricioledidiritto

Mi chiamo Barbara Pirelli e sono un avvocato del Foro di Taranto. Da circa tre anni, e cioè da quando ho cominciato a scrivere articoli giuridici, mi sono appassionata all'informazione giuridica. Cerco di fare una informazione giuridica anticonformista ed è per questo che ho dato vita ad una serie di progetti. Uno di questi l'ho realizzato l'anno scorso e si chiama Diritto & Arte, in buona sostanza associo delle sentenze da me riassunte, che io chiamo Briciole di Diritto, con l'arte pittorica e fotografica . Le opere d'arte che utilizzo appartengono ad oltre 20 artisti che hanno aderito al mio progetto. Briciole di Diritto e' diventata una rassegna giurisprudenziale che pubblico periodicamente su Studio Cataldi ; a febbraio 2016 la rassegna compirà due anni. La rassegna giurisprudenziale " Briciole di Diritto " e ' anche in versione video; anche questo e' un modo nuovo di fare informazione giuridica. La versione video di Briciole e' un progetto che è partito a settembre ed è piaciuto molto; i video sono brevi e facilmente comprensibili,inoltre, ho cercato di dare un taglio femminile e glamour, guardando i video capirete... Ho dato vita anche ad altri progetti come " Tour turistico del diritto" e " Domiciliazioni post-it"; di questi ne parlerò nel sito,scriverlo diventerebbe troppo lungo. Insomma, questa sono io e il mio sito mi rappresenta; credo nelle idee semplici che possono cambiare non solo il mondo ma soprattutto se stessi . Vi lascio con una mia frase che mi sono ripetuta tante volte,come un mantra: " mai sottovalutare un ottimista". Avv. Barbara Pirelli e.mail: [email protected]

Precedente Violazione degli obblighi di assistenza familiare. Successivo L'elevata velocità può essere giustificata se c'è uno stato di necessità .