Piero Vinci

imageimageOpera d'arte di Piero Vinci- Taranto-

Piero Vinci ha una pagina Facebook.

Biografia

Piero Vinci è un artista libero. Studia Ingegneria a Bari e a Pavia e Architettura a Milano e Firenze prima di capire che la sua strada è un’altra.
L’incontro con l’arte avviene a Firenze verso la metà degli anni ’80. Nel 1984 realizza due manifesti per L’Affiches Illustrees di Firenze e nel 1985 partecipa alla “Esposizione dei giovani artisti dei Paesi dell’Area Mediterranea” a Barcellona. Inizia così un percorso artistico vario e articolato. Inizialmente i suoi lavori sono fortemente influenzati dal fumetto ( quello italiano di Liberatore, Carpinteri, Igort ed Andrea Pazienza ) e dall’Architettura Fantastica ( Rem Koolas, Zaha Hadid ). I punti di forza sono una fervida fantasia e l’uso di colori molto vivaci. Espone a Firenze, Pisa, Forte dei Marmi, in Sardegna. Del suo lavoro si interessano riviste come MODO e CONTROSPAZIO.
La sua è una sperimentazione continua, dipinge su T-shirt, legno, terracotta e crea mobili-scultura ed oggetti di design. Collabora come scenografo ed illustratore per alcune discoteche. Verso la fine degli anni ’90 collabora come educatore presso “ L’isola della Fantasia “ ( a Taranto nella Città Vecchia ), uno spazio sociale impegnato nel recupero dei minori a rischio. Sempre in quegli anni sviluppa ( insieme all’artista Shambu ) un progetto didattico con due Istituti Superiori di Mottola e Massafra ( nella provincia di Taranto ) con l’obbiettivo finale di realizzare un grande allestimento con materiali di recupero.
Nel 2005 la sua pittura cambia radicalmente, il suo interesse si rivolge verso il quotidiano, il vissuto, la memoria. I colori accesi lasciano il posto a tonalità più delicate a volte monocromatiche.
Nel 2006 viene premiato con il diploma d’onore nell’ambito del “ Premio Arte 2006 “ e la sua opera “ Compleanno “ viene esposta a Milano e pubblicata sulla rivista Arte. Nel 2009 presenta il suo lavoro “ Intimo Quotidiano “ nella Galleria IL SOPPALCO, a Taranto. La rivista THE NEW YORK OPTIMIST ( un weekly magazine on-line americano ) nel gennaio 2010 gli dedica un ricca pagina. Sempre nel 2010 presenta il suo lavoro “ Underground “ a Firenze ( ottobre ), Roma ( novembre ). A dicembre 2010 è presente nella collettiva “ Whishing “ organizzata dalla Galleria ARTE ORA di Foggia. Nel gennaio 2011 viene premiato a Taranto nell’ambito del GRAN GALA’ DELLA CULTURA. Partecipa nell’agosto 2011 alla collettiva “ Urbane Con-fusioni “ ( a Taranto, Cantiere Maggese ) nell’ambito della manifestazione “ L’isola che vogliamo “. Nell’ottobre 2011 presenta “Public” a Lecce negli spazi della galleria HEA180. A dicembre partecipa, sempre a Lecce, alla collettiva CONTRAPPUNTI VISIVI presso la Fondazione Palmieri.Nel 2012 presenta a Bari (Tavlì) SOULPLAYing, una serie di dipinti su vecchi dischi in vinile. Nel 2013 espone a Napoli (PAN), Caserta (MAC3), Catania (Arte Fiera).Nel 2015 è presente a Lecce nella rassegna Mostra al Cittadino. Partecipa ad ARTEnelPALAZZO2015 (Palazzo Mezzacapo, Maiori), InternationalArtExhibition, VII edizione. Collabora con la galleria Co.61artecontemporanea ( Grottaglie – Taranto ) e ARTEORA ( Foggia ).

Per vedere le altre opere di Piero Vinci visita la sua pagina Facebook .